Vai al contenuto

Oggetti dimenticati in hotel: come fare?

Gli oggetti dimenticati in hotel, una bella gatta da pelare sia per i clienti che per gli albergatori. Una situazione in cui, purtroppo, non è così raro incappare e dalla quale si vorrebbe sempre uscire nel minor tempo possibile. Certo, farsi spedire l’oggetto direttamente dall’hotel, tra un rimbalzo di responsabilità e un altro, può tradursi in attese di settimane se non, addirittura, di mesi. Che fare, quindi, per risolvere il problema in tempi brevi? Una via d’uscita c’è ed è quella di affidarsi a professionisti che si occupano proprio di ciò: recuperare gli oggetti dimenticati in hotel e restituirli ai legittimi proprietari.

Oggetti dimenticati in hotel, chi risolve il problema

Fino a qualche tempo fa, il problema degli oggetti dimenticati in hotel si trasformava in  una vera e propria odissea. Oggi, a parte il disagio iniziale, è possibile utilizzare internet e la tecnologia per recuperare quanto perduto. Diverse piattaforme, come la notissima LHost, si occupano proprio di questo semplificando, non di poco, la vita sia di albergatori che di clienti. Entrambe le parti, infatti, non avranno che vantaggi dall’utilizzo di servizi come questo.

 

In particolare, gli albergatori eviteranno lo stress di interfacciarsi con un oggetto dimenticato da un cliente, specie se questo è di valore considerevole. La normativa vigente impone di conservare gli oggetti dimenticati per 90 giorni per cui potrebbe non essere una situazione semplice da gestire. Che dire, poi, del tempo perso per imballare l’oggetto e fare la fila alla posta per spedirlo? Ed il tutto sempre che si sia raggiunto un accordo con il cliente che, nel frattempo, si sarà anche lui fatto prendere dal panico e sarà super ansioso.

 

Affidandosi a servizi di riconsegna oggetti dimenticati in hotel come LHost, invece, tutto si svolgerà nella massima calma, con professionalità e quanto dimenticato arriverà a destinazione nell’arco di 24/48 ore lavorative. Niente stress anche per il cliente che, una volta rassicurato sul ritrovamento del suo oggetto, non dovrà far altro che pagare le spese di spedizione (tra l’altro molto concorrenziali in questo settore) e attendere il corriere per la consegna.

Hai visto? Oggetti dimenticati in hotel: come fare?

Oggetti dimenticati in hotel: come funzionano i servizi di recupero?

I servizi di recupero di oggetti dimenticati in hotel da riconsegnare ai legittimi proprietari sono, oltre che molto utili, anche parecchio semplici da utilizzare. Sia per albergatori che per clienti, nel momento stesso in cui sarà necessario utilizzare il servizio scelto, occorrerà registrarsi gratuitamente al relativo sito internet. Di norma la registrazione richiede pochissimi minuti. Una volta creato il profilo si potrà dare il via alla segnalazione.

 

Gli albergatori che ritrovano un oggetto dimenticato nel loro hotel, dovranno accedere al proprio profilo, compilare un modulo con tutti i dati del cliente cui appartiene l’oggetto, quelli di quest’ultimo (in peso e dimensioni). Il sistema sceglierà la modalità di spedizione più adatta e invierà, al contempo, un’email al cliente informandolo del ritrovamento e comunicando le spese di spedizione da sostenere per riavere indietro l’oggetto in questione. Se questo accetta, non rimarrà che attendere un corriere incaricato dalla piattaforma che si occuperà della consegna del bene.

 

Allo stesso modo, il cliente che si accorge di aver dimenticato qualcosa in hotel, può riaverlo indietro aprendo una segnalazione all’interno del proprio profilo. La struttura indicata nel modulo verrà avvisata e provvederà a cercare l’oggetto. Nel caso di ritrovamento, penserà ad imballarlo e attenderà il corriere che, ritirato il pacco, lo consegnerà al cliente entro un massimo di 2 giorni lavorativi. Semplice, no?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.