Hai visto? Servizi di taxi a Milano I costi delle più frequenti tratte di servizi di taxi a Milano

 

Spostarsi in taxi a Milano può essere un ottima soluzione sia per visitare la città, che per recarsi ad un eventuale incontro di lavoro. Sebbene, infatti, i mezzi pubblici milanesi siano molto veloci ed efficienti, comunque affidarsi ad un taxi è sempre una soluzione più comoda e veloce. Milano, inoltre, è una città non molto grande, o perlomeno non grande quanto la capitale, e, di conseguenza, ricorrere a dei servizi di taxi a Milano non risulta essere nemmeno particolarmente dispendioso. Ma andiamo a vedere, dunque, quanto costano i servizi di taxi a Milano e come funziona la tariffazione.

Il costo di un taxi a Milano è determinato da più fattori. Bisogna, infatti, considerare non solo il chilometraggio percorso, ma anche il tempo impiegato per arrivare a destinazione. Da considerare, inoltre, anche il momento della giornata in cui si prende il taxi, che imposterà, di conseguenza, la tariffa sulla modalità notturna o diurna e se ci si trova in un giorno festivo o meno (i giorni festivi determinano un aumento del costo del servizio).

In linea di massima, dunque, il costo dei servizi di taxi a Milano sono determinati dal tassametro. La tariffa iniziale è di 3,20 euro dalle 6 alle 22 nei giorni feriali e di 5,20 euro nei giorni festivi. Nelle ore notturne, invece, il prezzo iniziale è di 6,20 euro. In linea di massima, poi, si deve aggiungere un euro per ogni chilometro percorso, oppure 26,86 euro per ogni ora.

Quando si calcola il costo di servizi di taxi a Milano, però, bisogna sempre considerare che aspetti come il traffico potrebbero influenzare il costo finale. Per questa ragione, se volete essere davvero sicuri della somma orientativa che andrete a spendere, conviene sempre chiedere un preventivo al tassista prima di iniziare la corsa.

Da non trascurare anche la possibilità delle quote ad uso collettivo: ovvero la possibilità di viaggiare con altri passeggeri partendo da uno stesso punto, ma con destinazioni differenti. La tariffa iniziale collettiva è di 1,28 euro durante le ore diurne e feriali, di 2,08 euro nei giorni festivi e di 2,48 euro nelle ore notturne. A questa cifra vanno aggiunti 41 centesimi al km o, in alternativa, 10 euro all’ora.

Anche in quest’ultimo caso si può chiedere un preventivo al tassista per essere più sicuri di quella che sarà la tariffa finale.

Concludiamo ricordandovi alcune importanti regole da osservare quando si prende un taxi:

  • Pagate solo ed esclusivamente la cifra indicata dal tassametro (a meno che non ci siano spese riguardanti pedaggio o autostrade)
  • Il tassista è obbligato a seguire il percorso più veloce senza effettuare pause e se intendete suggerirgli un percorso che ritenete più veloce non dovete esitare a farlo.
  • Durante la corsa il passeggero ha il diritto di chiedere una sosta di massimo un’ora. In questo caso, però, è tenuto a versare circa 28 euro come deposito cauzionale per il tempo d’attesa.
  • Le tratte da e per i più vicini aeroporti prevedono una tariffazione fissa che andremo subito ad illustrarvi:

Gli aeroporti di Milano sono Milano Linate, Milano Malpensa e Milano-Bergamo Orio al serio. Trovi molte offerte su http://www.taxi-transfer.it/. I taxi che partono da gli aeroporti hanno una tariffa minima di 13 euro. Si può, però, anche in questo caso, accordarsi con gli altri passeggeri e sfruttare la tariffazione collettiva, pagando così 5 euro a testa. Se si intende ricorrere a questo tipo di servizio, però, bisogna avvisare il tassista prima di iniziare la corsa. Il primo bagaglio, inoltre, è gratuito, dal secondo bagaglio in poi, invece, c’è un supplemento da pagare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *