Ponza è la più estesa isola dell’arcipelago Ponziano che comprende anche Gavi, Palmarola, Santo Stefano, Ventotene e Palmarola. Si trova nel Golfo di Gaeta ed è bagnata dal Mar Tirreno. Fa parte della provincia di Latina, nel Lazio e qui trovi tutte le informazioni su come arrivare a Ponza da Roma in traghetto. È un’isola relativamente piccola e per lo più collinare di cui oggi vorremmo parlarti per via della sua particolare conformazione marina che la rende la meta prediletta di chi è appassionato di immersioni subacquee.

Hai visto? Ponza: l’isola amata dagli appassionati di immersioni

Coste frastagliate e rocciose

Difatti offre spiagge rocciose e frastagliate di natura vulcanica. Le rocce si compongono per lo più di caolino e tufo e sono intervallate da crateri vulcanici suggestivi. L’isola ha una forma allungata e stretta e si estende dalla Punta dell’Incenso a nord sino al Faraglione della Guardia a sud. A nord est è possibile ammirare la vicina isoletta di Gavi che dista da Ponza appena 120 metri. Per via della sua particolare conformazione rocciosa Ponza offre anche numerose grotte sottomarine e scogliere mozzafiato che, ogni anno, sono il richiamo di centinaia di appassionati di immersioni subacquee e di amanti del mare “selvaggio”. Una tra le spiagge più celebri, Chiaia di Luna, è incorniciata da una meravigliosa scogliera che cala a picco sul mare tant’è che è diventato il panorama simbolo di Ponza.

Hai visto? Ponza: l’isola amata dagli appassionati di immersioni

Le spiagge più famose

La Spiaggia di Chiaia di Luna non è la sola. Difatti è altrettanto famosa la Scogliera di Lucia Rosa che prende il nome della protagonista della tragedia che si consumò proprio da queste parti durante il diciannovesimo secolo. Lucia Rosa era una diciannovenne innamorata di un contadino che però non piaceva affatto alla sua famiglia. Al divieto di sposarlo la ragazza si suicidò per la disperazione lanciandosi dalla scogliera che, da quel tragico giorno, prese il suo nome per iniziativa degli abitanti del posto.

Da queste parti potrai ammirare una rigogliosa vegetazione mediterranea fatta di agave, fichi d’India, mirto e ginestre. Il clima è tipicamente subtropicale con una bassa escursione termica e con giornate calde e ventilate. Come avrai intuito Ponza è trainata dal turismo balneare che, ogni anno, riversa sulle sue coste migliaia di turisti, per cui i centri abitati sono disseminati di servizi per l’ospitalità come stabilimenti balneari, alberghi, ristoranti e localini notturni.

Le immersioni subacquee

Le coste rocciose e vulcaniche sono l’ambiente ideale per immersioni in solitaria o sotto la guida di un istruttore esperto. Le zone in cui praticare o imparare ad immergersi sono almeno cinque, considerando quelle più conosciute. Se sei pratico potrai avventurarti su zone meno affollate e scoprire le meraviglie nascoste sotto l’acqua marina. Tra i luoghi d’interesse più conosciuti ci sono Punta della Guardia, il gruppo di scogli de Le Formiche, la Secca di Mezzogiorno e lo Scoglio delle Botte. Scendendo in profondità potrai ammirare colonie indisturbate di murene e aragoste oltre a splendide concentrazioni di gorgonie, octocoralli di color rosso intenso che vivono sott’acqua e che sono la dimora della fauna ittica del mar Tirreno. Un vero spettacolo della natura da guardare, senza toccare.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *