Il muro di Bimini e il mistero della città sommersa di Atlantide

L’arcipelago di 700 isole situate nell’Oceano Atlantico, meglio conosciuto come Bahamas si può considerare come un piccolo angolo di paradiso in terra.

Ogni anno è meta di milioni di turisti provenienti da tutte le parti del mondo, nonché una tra le prime scelte dei giovani neo-sposi per trascorrere la propria luna di miele.

Oltre alle acque cristalline e alle distese di sabbia dorata, una tra le 700 isole racchiude nel suo fondale un tesoro avvolto dal mistero, stiamo parlando di Bimini e della leggenda di Atlantide.

Il muro di Bimini

Nel 1968 due scrittori statunitensi, Michael Grumley e Robert Ferro, appassionati del mito di Atlantide, scoprirono al largo dell’Isola di Bimini enormi blocchi di pietra posti l’uno accanto all’altro e dall’aspetto molto simile alle costruzioni preincaiche, risalenti a circa 5.000-10.000 anni prima (anche se ancora non è stata confermata la data).

Ribattezzato con il nome di Bimini Wall – Il muro di Bimini, questa distesa di blocchi copre circa 800 metri del fondale, lunghi 90 metri in perfetto allineamento.

In molti credono che questa costruzione fosse un tempo la strada sottomarina che conduceva alla città di Atlantide, per via delle incisioni trovate nelle formazioni rocciose che sembrano indicare una rete stradale o parte di una struttura più grande che è crollata, infatti, altri ritrovamenti nell’area di Bimini includono anche un enorme cupola che ricorda la cima mozza di una piramide.

Bimini e la fonte della giovinezza

L’isola di Bimini come precedentemente accennato è ricca di mistero, oltre alla presenza del muro sommerso, in passato fu ritenuta la sede della Fonte della giovinezza.

Uno tra i presunti luoghi in cui sorgeva tale fonte, si trova ora nei pressi dell’aeroporto di South Bimini ed è motivo di forte orgoglio della popolazione locale.

Che ne pensi?