Cosa vedere nello Sri Lanka

Terra dal fascino esotico e dalla profonda spiritualità, nonché definita da Marco Polo l’Isola più bella del mondo, lo Sri Lanka ogni anno viene visitato da migliaia di turisti. Quest’isola situata al largo della costa Sud-Orientale del Subcontinente Indiano, soprannominata la lacrima dell’India per la sua forma particolare, è un mix in perfetto equilibrio di storia, natura e cultura.

Impossibile descrivere ed elencare tutte le meraviglie presenti, si può spaziare infatti dalla visita dei resti di antiche culture risalenti a duemila anni fa, sino ad arrivare alle escursioni nei vari parchi nazionali o infine ad ammirare la flora e la fauna locale, unica al mondo. Vediamo insieme però quali sono i luoghi imperdibili da visitare nello Sri Lanka.

Il Triangolo Culturale

Il Triangolo Culturale è anche conosciuto come la culla della civiltà Singalese e si sviluppa intorno alle tre città di: Kandy, Polonnaruwa e Anuradhapura. In questi tre luoghi magici si possono visitare alcune straordinarie rovine antiche, immensi monasteri e la Sigiryia una gigantesca pietra monolitica all’interno della quale è stata costruita un’imponente fortezza.

  • Kandy: è la seconda città più grande dello Sri Lanka nonché capitale della cultura. Ospita il Dalada Maligawa – il Tempio del Dente del Buddha – nel quale sono conservate le reliquie più preziose del paese. Se volete assistere ad uno spettacolo mozzafiato dovete recarvi nel periodo tra la fine di luglio e l’inizio di agosto e prendere parte all’Esala Perahera, una tra le feste più importanti dello Sri Lanka.
  • Polonnaruwa: antica capitale dello Sri Lanka nella quale è possibile visitare il vasto sito archeologico lungo 4 km, nel centro si trova il Palazzo Reale.  Polonnaruwa è una città sospesa nel tempo, ornata da statue scolpite nella roccia.
  • Anuradhapura: proclamata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, fu anch’essa una delle antiche capitali dello Sri Lanka, ospita tre importanti luoghi di culto: Abhayagiri, Mahavihara e Jetavana, monasteri che fanno parte del cosiddetto Recinto Sacro. Orientarsi ad Anuradhapura non è semplice per i turisti, pertanto si consiglia di affidarsi ad uno degli abitanti che con un tuk-tuk accompagnerà i visitatori nei punti più importanti.

Che ne pensi?