Cosa serve per visitare la Corea del Nord

Il completo isolamento imposto dal regime totalitario di Kim Jong-un, rende la Corea del Nord un luogo non solo misterioso (sono infatti pochissime le informazioni che riescono ad oltrepassare i confini), ma anche difficile da raggiungere per i più temerari turisti.

Visitare la capitale Pyongyang tuttavia non è impossibile, ogni anno, nonostante i frequenti casi di arresto di cittadini stranieri (perlopiù statunitensi) sono diversi i turisti che riescono a mettervi piede.

Se stai pensando di organizzare il tuo prossimo viaggio in Corea del Nord, ecco tutti i requisiti e le procedure necessarie.

Documenti per entrare in Corea del Nord

Documento di vitale importanza per entrare in Corea del Nord è il passaporto, il quale deve essere valido per almeno sei mesi dalla data di arrivo.

Il secondo documento necessario è il Visto che si può ottenere solo attraverso un’agenzia turistica (anche per i viaggi individuali) e approvato dall’ambasciata della Corea del Nord che si trova a Roma.

Nel caso fossi un giornalista o un fotografo professionista, sappi che l’ingresso nel paese ti è purtroppo vietato.

Come raggiungere la Corea del Nord

A questo punto, se la richiesta ti è stata accettata, per recarti nella capitale l’unico modo è via aereo scegliendo una delle due compagnie autorizzate: la compagnia di bandiera Air Koryo e Air China.

Il turismo “on the road” ciò noleggiando mezzi di trasporto (autoveicoli, moto) per muoverti autonomamente all’interno del paese  non è permesso, pertanto si dovrà fare affidamento alle guide turistiche.

Controlli doganali

All’ingresso del paese vengono effettuati controlli doganali rigorosi, cellulari, Pc e apparecchi GPS verranno confiscati e restituiti solo al ritorno. Lo stesso vale per il tuo passaporto che verrà ritirato  e consegnato alle guide turistiche, le quali dopo averlo mandato alla sede del partito per i controlli di routine, lo terranno fino al momento della partenza.

Che ne pensi?