Hai visto? Cominciare una nuova vita: consigli per vivere alle Canarie

La scelta richiede senza dubbio un coraggio fuori dal comune, eppure non pochi sono ogni anno gli italiani che scelgono di abbandonare il proprio Paese e cominciano un’esperienza di vita all’estero.
Che abbiano o meno un lavoro, che siano più o meno affezionati alla propria famiglia d’origine, tali nostri connazionali preparano valigie e bagagli e si trasferiscono in un luogo lontano e non di rado esotico.

Oltre a Londra, Berlino e Copenaghen, moltissime sono quelle persone che si spingono molto più in là e decidono di andare a vivere alle Canarie, alle Bahamas o, addirittura, in Australia.
Proprio a coloro che scelgono di vivere alle Canarie, oggi, noi di HaiVisto? dedichiamo il nostro post.
Di seguito, infatti, vi forniremo qualche utile e prezioso suggerimento per ambientarsi in uno dei Paesi più belli, ma anche meno industrializzati, del Mondo.
Continuate a leggere!

Hai visto? Cominciare una nuova vita: consigli per vivere alle Canarie

Cosa bisogna sapere prima di andare a vivere alle Canarie

Prima di prendere il volo e cominciare a vivere alle Canarie, è bene essere a conoscenza di quante più informazioni possibile in merito alle bellezze, ma anche alle difficoltà, che tale scelta di vita potrebbe comportare.
Situate al largo dell’Africa nord-occidentale, proprio nel bel mezzo dell’Oceano Atlantico, le Canarie costituiscono un arcipelago di nove isole con capitali Santa Cruz de Tenerife e Las Palmas de gran Canarias. Comunità autonoma della Spagna, l’arcipelago canarino si presenta ai numerosi visitatori come uno splendido luogo incantato, dal clima tropicale e i colori e i sapori tipici di una parte di Mondo assolutamente affascinante.
Se ve ne siete innamorati dopo un viaggio, dovete trasferirvi per lavoro o avete deciso di partire a scatola chiusa, è bene sappiate che vivere alle Canarie può rivelarsi stupefacente, ma assolutamente stravolgente. Abitudini e stili di vita caotiche, infatti, potrebbero dover essere sostituiti quanto prima da sobrietà e spirito di scoperta. Ovviamente, è sbagliato pensare alle Canarie come a un mondo esotico e in mano alla natura selvaggia: essendo spagnole, infatti, le isole che costituiscono l’arcipelago canarino sono molto più avanti di quanto si possa pensare.
Ma vediamo, dunque, quali sono le caratteristiche principali del vivere alle Canarie.

Hai visto? Cominciare una nuova vita: consigli per vivere alle Canarie

Quali sono le differenze del vivere alle Canarie!

A cinque ore di aereo da qui, le Canarie sono isole tropicali dalle temperature mai inferiori ai 18° (le uniche stagioni che vi si alternano sono la Primavera e l’Estate). Tra un’isola e un’altra, i collegamenti sono davvero ottimi, grazie a una rete di comunicazione aerea veramente efficiente. I paesaggi, inutile dirlo, sono stupendi e, se amate la Natura, rappresentano la meta ideale della vostra nuova residenza.
Oltre alla bellezza dei luoghi, però, vivere alle Canarie potrebbe rappresentare un’alternativa decisamente conveniente sia per le tasse più basse rispetto agli altri Paesi europei, che per le minori decurtazioni previste per le pensioni lavorative. Molto economici, poi, sono anche i prezzi dei voli, delle spese alimentari, dei costi degli affitti, delle bollette telefoniche, dei bolli auto, delle polizze assicurative e delle spese relative a parcheggi e autostrade. Infine, anche dal punto di vista lavorativo vivere alle Canarie potrebbe rappresentare un’ottima esperienza. Il Paese è fortemente in via di sviluppo e, soprattutto per quanto riguarda turismo e tecnologie, fonte di buone opportunità di impiego!

Hai visto? Cominciare una nuova vita: consigli per vivere alle Canarie

3 Comments

  • massi, 05/12/2013 @ 20:31 Reply

    tutto qui?

    • Redazione, 16/12/2013 @ 12:21 Reply

      No no, ci vuole, in primis, una buona dose di coraggio… e magari qualche appoggio per iniziare…

  • Suggerimenti e consigli per vivere a Tenerife, 05/06/2014 @ 11:01 Reply

    […] possibilità di emigrare alle Canarie e iniziare, così, una nuova vita all’estero (cliccate qui per leggere l’articolo in […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *